Categorie
Tuning-motore

Aviacompositi – carter pignone

Questo è la cover pignone originale di un Ducati 999… invero “miserella” rispetto al livello generale della moto!! E’ un accessorio secondario, ma sul quale cade sempre l’occhio, specie sulle moto che hanno il motore completamente scoperto. Sono reperibili vari modelli aftermarket, con design simil-originale o innovativo, sia in ergal che in fibra di carbonio. La mia scelta è caduta su una leggerissima cover in fibra di carbonio della Aviacompositi Racing, scegliendo però una cover che ha il design utilizzato sulla serie 848-1098-1198. Le due frecce rosse indicano le due viti, con testa esagonale femmina da 5 mm., che dovremo andare a svitare per smontare e rimontare la cover pignone.

Con una chiave a brugola da 5 mm., andiamo a svitare le due viti che trattengono la cover pignone al motore. Per comodità, iniziate con lo svitare la vite in basso, in modo da smontare la cover senza il rischio di farla cadere.

Solo un vezzo ma, considerato che tutto fà brodo, ho perso due minuti di tempo per pesare la cover originale e la Aviacompositi: confronto imparagonabile!! A parte la finitura e bellezza di un componenete in fibra di carbonio di raffinatissima fattura artigianale, abbiamo una differenza di peso superiore al 50% rispetto all’originale!!

Visto che abbiamo aperto il vano pignone, è una buona occasione per ripulire e sgrassare il tutto. Andiamo a posizionare la nuova cover pignone provando il suo montaggio e verificando che coincidano sia la forma che i fori di montaggio. Con prodotti di marca e qualità non ci sono problemi, con prodotti un pò più economici… può saltare fuori qualche grattacapo, specie nella precisione dei fori di montaggio che dovranno essere ripresi. Comunque, non è questo il caso con i prodotti Avia!!

Per l’occasione ho utilizzato due nuove viti in ergal, ma sono tranquillamente utilizzabili le originali. Fra la testa della vite e la cover ho frapposto una rondella sporcata con un velo di grasso multiuso, in modo da far scivolare la vite durante il serraggio senza andare a deformare/rovinare la cover in fibra di carbonio, scaricandogli sopra la coppia di serraggio. Prima di avvitare le viti, sporcatene la filettatura con del grasso multiuso. Iniziate a montare, per comodità, prima la vite superiore. Le viti andranno solo accostate, senza stringerle, in modo da effettuare alcuni eventuali piccoli aggiustamenti di centraggio della cover. Tirate quindi le due viti a 10NM (8NM se utilizzate delle viti in ergal).

Ed eccola montata!! Nuovo design, componente di qualità a dir poco pregiata e rifinitissima ed una nuova perla per il nostro gioiellino bicilindrico!!